Siena a 100 km circa da Pistoia

Non tutti sanno che la città è ancora oggi divisa in Terzi: di Città, di San Martino e Camollia. Ne suggeriamo tre semplici itinerari, uno per ciascun terzo, come e dove scoprire le più importanti opere dell’arte e della storia di Siena.

Nel Terzo di Città nacque Siena. La leggenda narra che nel 700 a.C. I figli di Remo – Aschio e Senio scapparono da Roma e dallo zio Romolo. Arrivarono nel punto più alto del nostro colle e insieme ad alcuni pastori costruirono un castello intorno al quale sorse la città di Siena. Qui è possibile visitare: Pinacoteca Nazionale di Siena, Piazza Duomo, Cripta del Duomo, Complesso museale Santa Maria della Scala. Il Terzo di Camollia. “Cor Magic Tibi Sena Pandit” (Siena ti apre il cuore più delle sue porte). La frase, scritta sull’arco delle mura, segna l’inizio del nostro itinerario nel Terzo di Camollia. Le notizie di questo depliant non sostituiscono una guida ma bastano per incuriosire chi ama scoprire le città fuori dai più famosi circuiti turistici. Qui è possibile visitare: Santuario di Santa Caterina, Chiesa di San Pietro alla Magione, Fortezza Medicea, Fortebranda, Palazzo Tolomei. Il Terzo di San Martino si è formato lungo la Francigena, la via che portava i pellegrini a Roma. Il nome del borgo non è quindi casuale: San Martino era infatti il protettore dei pellegrini e dei viandanti. Qui è possibile visitare: Torre del Mangia, Museo Civico, Piazza del Mercato, Fonte Gaia, Palazzo Piccolomini e Logge del Papa. Per approfondimenti: http://www.comune.siena.it