Vinci è un antico borgo medievale e si trova nel Valdarno Inferiore, sulle pendici nord-ovest del Montalbano, a circa 40 km da Firenze.

La primitiva costruzione del castello, tutt’ora presenza dominante a Vinci, risale all’Alto Medioevo ed è noto nella tradizione popolare come “castello della nave” per la forma allungata e la torre che rimandano alla sagoma di un’imbarcazione a vela. Intorno all’anno Mille il borgo divenne possesso dei Conti Guidi, che ne dominarono le sorti fino al 12 agosto 1254, quando Vinci fu sottomesso a Firenze e trasformato in Comune. Dopo numerose vicissitudini e modifiche della struttura originaria, il Castello tornò di proprietà del Comune di Vinci nel 1919.

Da visitare, inoltre, è il Museo Leonardiano, ospitato all’interno della cinta medievale nelle sale del castello Guidi (sec. XI-XII) che domina dall’alto la cittadina di Vinci. Il Museo si propone come una delle raccolte più ampie e originali di macchine e modelli del Leonardo inventore, tecnologo e ingegnere.
L’idea di dedicare a Leonardo un museo nella sua terra natale nacque proprio nel 1919 durante le celebrazioni per il IV centenario della sua morte quando il Castello dei Conti Guidi fu donato al Comune di Vinci.

Dopo i restauri dell’edificio degli anni 1939-1942, il Museo di Leonardo iniziò la sua vita il 15 aprile 1953, giorno dell'anniversario della sua nascita.

Nel corso degli anni le numerose ristrutturazioni della Rocca dei Conti Guidi hanno portato all'abbattimento delle barriere architettoniche e un'ulteriore campagna di riallestimento, permettendo così alla collezione e agli spazi espositivi di essere ampliati grazie alla collaborazione stretta di storici, ingegneri e tecnici della modellazione digitale.

http://www.museoleonardiano.it/

 

Condividi